Comunicati stampa 2014

Comunicati stampa 2014
Giovedì, 29 Maggio 2014

Il Consiglio Comunale di Novi di Modena martedì 27 maggio ha approvato i regolamenti e  le aliquote IMU e TASI.

Per quanto riguarda l'IMU, da cui sono esclusi anche per il 2014 i possessori di abitazione principale, è stato necessario provvedere ad un incremento di alcune tipologie di aliquote, avvicinando di fatto il Comune di Novi ai livelli degli altri Comuni dell'Unione delle Terre d'Argine ed in particolare al Comune di Carpi. Questa manovra si è resa necessaria per poter continuare ad erogare quei servizi strategici e fondamentali (nidi, scuole, case protette, servizi domiciliari); con l'ingresso in Unione infatti si sono portati i servizi erogati a livelli di eccellenza sia in termini qualitativi che quantitativi che ora richiedono maggiori entrate per poter essere sostenuti.

Si è approvato perciò un adeguamento delle aliquote che comunque rimangono più basse rispetto al livello medio dei comuni dell’Unione. Vengono salvaguardate e mantenute a livelli minimi le aliquote per alloggi affittati a persone che abbiamo riportato danni alla propria abitazione principale a seguito del sisma e per gli alloggi affittati a canone calmierato rientrati nel progetto “La casa nella Rete”.

Per quanto riguarda la TASI si è deciso di azzerare l'aliquota per tutti quegli edifici soggetti al pagamento dell'IMU al fine di evitare la doppia imposizione e si è optato per non portare le aliquote al massimo consentito da legge pari al 3,3 per mille, ma di tenerle al 3,0 per mille. E' inoltre previsto un meccanismo di detrazioni al fine di agevolare i proprietari di abitazioni con basse rendite catastali; tali detrazioni, a norma di legge, sono finalizzate a riportare i livelli di tassazione non superiori a quelli previsti dall'IMU 2012.

Per quanto riguarda le scadenze, resta fisso al 16 giugno il termine per il pagamento della prima rata IMU, mentre slitta al 16 di settembre la prima rata TASI (salvo proroga di legge). E' importante ricordare che sono esclusi dal pagamento IMU e TASI i possessori di immobili danneggiati dal sisma. Per maggiori informazioni invitiamo a consultare il sito del Comune di Novi.

Comunicati stampa 2014
Martedì, 27 Maggio 2014

 La struttura è stata intitolata al medico Manuela Lorenzetti prematuramente scomparsa un anno fa. In provincia di Modena si rafforza la presenza di un nuovo modello organizzativo che avvicina ai cittadini i servizi territoriali e promuove la cosiddetta medicina di iniziativa


Novi di Modena, 24 maggio 2104: un giorno importante per il Distretto sanitario di Carpi e in particolare per il Comune di Novi di Modena: a due anni dal sisma, che ha messo a dura prova anche la rete dei servizi sanitari, è stata infatti inaugurata la Casa della Salute di Novi.

La struttura è stata intitolata a “Manuela Lorenzetti”, medico dell’Azienda USL di Modena, prematuramente scomparsa nel  2013 che, ricoprendo il ruolo di responsabile delle Cure primarie di Carpi, è stata promotrice instancabile di percorsi di integrazione assistenziali sul territorio che hanno contribuito anche alla realizzazione di questa Casa della Salute; una donna e professionista piena di umanità, capace di ascoltare cittadini e colleghi, esempio di tenacia e comprensione nel lavoro quotidiano.

La Casa della Salute Novi di Modena, la cui realizzazione è stata possibile grazie a un percorso che ha coinvolto comunità locale, associazioni di volontariato, professionisti della rete sociale e sanitaria, Enti Locali e importanti realtà commerciali del territorio, rappresenta prima di tutto un passo importante verso il ritorno alla normalità in un territorio duramente colpito dal terremoto del 2012; inoltre rappresenta un tassello significativo di un innovativo modello organizzativo che avvicina i servizi territoriali ai cittadini, semplificandone la fruibilità e rafforzandone l'efficienza. Nel territorio del distretto carpigiano, la presentazione della Casa della Salute a Novi, che ha sede in via Canzio Zoldi, va a completare il percorso già iniziato l’anno scorso con l’apertura della prima sede nella frazione di Rovereto.

La Casa della Salute è un nuovo modello organizzativo del sistema sanitario che offre al cittadino numerosi vantaggi a partire dalla presenza di una molteplicità di figure assistenziali, Medici di Medicina Generale, Pediatra e altri operatori socio-sanitari (infermieri, medici di continuità assistenziale e specialisti) che possono così lavorare, fianco a fianco, nella stessa struttura migliorando ulteriormente l’integrazione tra loro. Un’idea forte, nata per offrire all’utente la garanzia di un’assistenza di qualità e una maggior tutela nella presa in carico dei percorsi terapeutici e assistenziali.

All’interno della sede di Novi sono presenti un punto informativo, lo sportello unico CUP-SAUB, un ambulatorio del Pediatra di Libera Scelta, l'ambulatorio infermieristico, un punto prelievi, un punto vaccinale della Pediatria di Comunità, la Neuropsichiatria Infantile, il Consultorio familiare e salute donna, le sedi delle associazioni AVIS ed AUSER e le attività specialistiche di cardiologia, oculistica, psicologia clinica, dietologia – nutrizionale.  Nella parte adiacente ha sede la medicina di gruppo di Novi che ospita 4 Medici di Medicina Generale che da sempre hanno collaborato con la loro attività a progetti di presa in carico e integrazione con il territorio.

I locali della sede di Novi sono stati realizzati da COOP Estense e quindi acquisiti in locazione dal Comune di Novi che li ha assegnati in utilizzo all’Azienda USL e alle associazioni di volontariato AVIS e AUSER.  La struttura è costituita  da due comparti, con accesso indipendente mediante scale ed ascensore, ciascuno con superficie di circa 330 metri quadri. Il comparto che l’azienda sanitaria condivide con le associazioni è costituito da spazi per l’attesa, con area ristoro, accettazione, sala prelievi, zona sporco-pulito, 5 ambulatori medici, 2 ripostigli per archiviazione, zona sterilizzazione. Il comparto adiacente è sede di una medicina di gruppo composta da Medici di Medicina Generale.

Alla cerimonia d’inaugurazione hanno partecipato l’Assessore alle Politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna Carlo Lusenti, il Sindaco di Novi di Modena Luisa Turci, il Consigliere di Amministrazione COOP Estense Catia Allegretti, il Direttore Generale dell'Azienda Usl di Modena Mariella Martini, il Direttore del Distretto Sanitario di Carpi Claudio Vagnini. Il parroco di Novi, don Ivano Zanoni, ha benedetto i nuovi locali.

DUE SEDI
La Casa della Salute ha due sedi, una dislocata a Novi in via Canzio Zoldi 38H e l’altra nella frazione di Rovereto in via Curiel 48. Le sedi mantengono proprie specificità e peculiarità sia in termini di sviluppo di percorsi che di modelli di integrazione. Insieme garantiscono la presenza di servizi sanitari per il Comune di Novi di Modena e le frazioni di Rovereto sulla Secchia e Sant’Antonio in Mercadello: un territorio, che rappresenta la zona più a Nord del distretto di Carpi, 52 chilometri quadrati, pari a circa il 20 per cento del totale del territorio distrettuale e una popolazione residente di circa 11mila persone.

DICHIARAZIONI

Mariella Martini, direttore generale Azienda USL di Modena
“Da mesi, in tanti e con grande determinazione, lavoriamo per restituire ai cittadini dell’area Nord servizi pienamente efficienti. In molti casi, come per la Casa della Salute di Novi, siamo riusciti ad apportare anche evidenti miglioramenti rispetto alla situazione esistente prima del terremoto. Si tratta di un risultato che è il frutto di un impegno che ha coinvolto una pluralità di soggetti che hanno saputo unire le proprie competenze in modo virtuoso. La struttura di Novi si connota per l’innovativa progettazione nell’offerta di cure e assistenza, organizzata per dare risposte concrete alla maggiore richiesta di prossimità dei percorsi legati alla prevenzione e alla cura delle patologie croniche. Un ringraziamento va ai Medici di famiglia, ai professionisti e agli operatori che hanno garantito l’assistenza nel periodo post sisma e che hanno contribuito, con un progetto corale, alla nascita della Casa della Salute”.


Luisa Turci, Sindaco Novi di Modena
"E' una giornata importante per la nostra comunità, abbiamo costruito e ri-costruito servizi essenziali che, seppure mai si sono interrotti, oggi sono disponibili e fruibili al meglio, in un edificio sicuro, a compimento di un percorso importante di collaborazione tra COOP Estense, l'Azienda sanitaria, l'Amministrazione, i Medici di base e le associazioni di volontariato AUSER e AVIS"

Comunicati stampa 2014
Martedì, 27 Maggio 2014

 

 

Al via le iniziative promosse dal Comune, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo e le Associazioni del territorio, per ricordare il sisma del 2012 e per promuovere ed animare i centri colpiti  

“Una tre giorni di eventi per ricordare quanto è accaduto” spiega il Sindaco Luisa Turci “ma anche per stare insieme, per condividere le soddisfazioni e le difficoltà che il lungo percorso della ricostruzione comporta”.

Il 29 maggio è dedicato al ricordo di Don Ivan con la messa in suffragio, promossa e organizzata dalla comunità parrocchiale di Santa Caterina d’Alessandria V.M. di Rovereto sulla Secchia, che si terrà presso la chiesa temporanea di Rovereto alle ore 20.30. La preghiera proseguirà per le vie del paese sino al cimitero, accompagnata dall’immagine dell’immacolata che il Parroco stava cercando di recuperare al momento del sisma del 29 maggio 2012.

Il 30 maggio si terrà presso piazza I maggio a Novi di Modena l’iniziativa “Pic Nic in Piazza” dove, per l’occasione, saranno allestiti un tappeto erboso, su cui le famiglie degli alunni dell’Istituto Comprensivo potranno cenare al sacco, allestimenti floreali e diversi giochi gonfiabili per bambini. Il tutto accompagnato dagli spettacoli ambulanti di buskers e dal concerto del gruppo “Michele e gli intenditori”. Durante la serata, nell’ambito del percorso “Fatti il centro Tuo!” gli alunni delle classi 3° e 4° delle scuole primarie di primo grado di Novi presenteranno alla cittadinanza l’esito del laboratorio “C’era una svolta” con cui hanno ripensato il parco pubblico che sarà realizzato nell’area di sedime delle scuole demolite con contestuale votazione del nome.

La mattina del 31 maggio sarà dedicata all’apertura al pubblico della nuova ala del complesso scolastico di Novi che ospita segreteria, nuove aule e laboratori didattici. L’ampliamento della struttura scolastica originale, realizzato grazie ai contributi regionali, vedrà il taglio del nastro alla presenza dell’Assessore Regionale alle Politiche Scolastiche Patrizio Bianchi. Alle 21.00 si terrà presso la sala Arci Taverna lo spettacolo teatrale “Il Giorno Perfetto” esito del laboratorio promosso da Emilia Romagna Teatri e condotto dalla “Piccola Compagnia Dammacco” con la partecipazione dei cittadini del comune.

Comunicati stampa 2014
Martedì, 13 Maggio 2014

Si è tenuta durante la serata del 12 maggio a Novi di Modena, davanti a circa una settantina tra ragazzi e imprenditori, l’iniziativa, promossa dall’Amministrazione Comunale, “Novopoli: intraprendere per cambiare” che, in collaborazione con le associazioni di categoria ed alcuni imprenditori locali, ha puntato i riflettori sul tema dei giovani e del lavoro all’interno del territorio comunale.

“Come si può aiutare i ragazzi nel realizzare i propri progetti lavorativi?”. Questa è stata la grande domanda della serata e prima di iniziare a riflettere su come rispondervi si è pensato di indagare su quali risorse lavorative il territorio comunale offre ai ragazzi che quotidianamente lo abitano.

A tal proposito è intervenuta a Dott.ssa Morena Diazzi - Direttrice del settore Attività Produttive della Regione Emilia Romagna – che, dopo una lunga carrellata sui bandi regionali in essere si è concentrata nello spiegare come potervi partecipare, sottolineando l’importanza che rivestono iniziative come le start-up o i temi dell’innovazione tecnologica e della ricerca.

Dopo è stata la volta degli imprenditori locali che hanno portato la propria esperienza e il proprio punto di vista spiegando che il territorio novese ha diverse aziende di eccellenza in grado di competere con la concorrenza mondiale. L’importanza di cercare nuovi mercati, di puntare sulla qualità del prodotto, sulla creatività e sulla preparazione dei propri tecnici che nulla hanno da invidiare a Giappone, Germania o America, sono le chiavi per arrivare a fare impresa. Il quadro emerso è quello di un momento di fatica ma allo stesso tempo con risorse da mettere in campo, obiettivi raggiunti e qualche spunto di positività per il futuro.

Le esigenze emerse dalla platea per la parte imprenditoriale sono state quelle della necessità di creare una fiscalità “di vantaggio” in grado di permettere alle aziende di poter investire i propri capitali nell’acquisto di nuove tecnologie e nella formazione dei propri dipendenti per poter rimanere competitivi sul mercato. Dai giovani è emersa l’esigenza di avere un soggetto che spieghi, a chi non si è mai affacciato sul mondo dell’impresa, le opportunità che offrono il mercato e le istituzioni,  indirizzando ed accompagnando il giovane imprenditore nel partecipare a bandi (nazionali o europei) al fine di ottenere un aiuto per partire col proprio progetto.

Sia l’Amministrazione Comunale che le associazioni di categoria presenti alla serata hanno colto tale esigenza e si sono dichiarate disponibili nel cercare di capire come dare concretezza a tale richiesta mettendo a disposizione forze e competenze tecniche per creare una figura che faccia da interfaccia tra le offerte della regione ed i giovani imprenditori locali.

“Stasera abbiamo gettato una sasso, abbiamo fatto il punto della situazione” spiega il Sindaco Luisa Turci “è stato il primo di una serie di incontri che andremo a proporre nei prossimi mesi per cercare, attraverso serate dedicate a temi particolari come le Start-Up, le modalità di partecipazione ai Bandi Regionali, la promozione dei centri commerciali naturali per dare ai giovani del territorio strumenti concreti per poter intraprendere un percorso lavorativo al fine di cambiare le proprie vite” .

Comunicati stampa 2014
Martedì, 22 Aprile 2014

Sono diverse le iniziative che il Comune di Novi di Modena, in collaborazione con le associazioni di volontariato, mette in campo per il lungo ponte legato al 25 aprile

Il primo evento in programma è il concerto di musica da camera del gruppo “Terremosse” che si terrà presso la sala civica “De Andrè”, promosso ed organizzato dall’ ONLUS “Tutti insieme per Rovereto e S.Antonio” per la parte musicale e dalle sezioni locali dell’ANPI per le letture esemplari delle lettere dei condannati a morte della Resistenza.

Il 25 aprile si terrà la cerimonia ufficiale della Festa della Liberazione con il passaggio del corteo, accompagnato dalla filarmonica Novese, per le vie del capoluogo che si concluderà presso il Parco della Resistenza con il comizio del Sindaco Luisa Turci e l’intervento dell’On Davide Baruffi. Seguirà il pranzo sociale dell’ANPI presso la sala Arci Taverna.

Il pomeriggio del 26 aprile sarà invece dedicato al tema della ricostruzione con l’inaugurazione a S.Antonio del Palarotary, una nuova struttura polifunzionale donata dal Rotary International Distretto 2072 - Gruppo Ghirlandina al Comune di Novi di Modena. Interverranno, oltre al Sindaco ed alle più alte autorità Rotariane, la Presidente dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna Palma Costi. Sarà presente anche il Vescovo di Carpi Mons. Francesco Cavina per la benedizione della struttura ed un saluto ai partecipanti

Si chiuderà infine con lo shopping e con i cinquanta banchi del mercato straordinario “Fatto in Italia”. Una sola grande offerta che domenica 27 aprile porterà, in collaborazione con i commercianti locali, la qualità dei prodotti e la vasta scelta merceologica che da diversi anni caratterizza l’omonimo consorzio.

Comunicati stampa 2014
Mercoledì, 02 Aprile 2014

LavoriIn partenza i lavori di ristrutturazione del Nido d’Infanzia Comunale per avere più spazi per il gioco e le attività ordinarie

Comunicati stampa 2014
Venerdì, 28 Marzo 2014

Comunicati stampa 2014
Lunedì, 10 Marzo 2014

LavoriIn partenza gli interventi di ripristino dei danni a seguito degli eventi sismici del 2012

Comunicati stampa 2014
Lunedì, 10 Marzo 2014

Domenica 16 marzo alle ore 10.00 è prevista la Commemorazione ufficiale della Battaglia di Rovereto con ritrovo davanti al Monumento ai Caduti in Piazza Papa Giovanni XXIII.

Dopo la benedizione al Monumento da parte del Parroco di Rovereto Don Andrea Zuarri e la deposizione di una corona floreale, partirà un corteo (accompagnato dalla Filarmonica Novese) per la sala civica “Fabrizio De Andrè” dove si terranno gli interventi del Sindaco Luisa Turci, del Professore Nando dalla Chiesa e di alcuni rappresentanti della sezione locale dell’ANPI.

L’evento si concluderà con il tradizionale pranzo presso un ristorante di Rovereto.

 



Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto