Buoni spesa, situazione contagi, cambio orario dei centri prelievi, cambio orario trasporti con autobus

 

Buoni spesa
Ammonta a 60.249,41 Euro la somma che il Governo ha erogato al Comune di Novi di Modena da convertire in buoni-spesa per generi alimentari, a favore delle famiglie residenti sul territorio comunale. Il provvedimento è rivolto a chi si trova in una condizione di forte difficoltà economica nel reperire anche i più essenziali beni di sostentamento. Il valore dei buoni, concessi in unica soluzione, potrà essere da 150 a 500 euro secondo il numero di componenti il nucleo familiare. I buoni spesa potranno essere utilizzati soltanto per acquistare cibo e generi di prima necessità solo negli esercizi aderenti, l'elenco dei negozi sarà pubblicato nei prossimi giorni. I criteri di assegnazione del contributo saranno definiti entro il 6 aprile, in modo che gli aventi diritto possano procedere con la richiesta.
Le domande andranno compilate on-line, sul sito del Comune, fra lunedì 6 e venerdì 10 aprile, la graduatoria sarà in base alla situazione di bisogno e sarà data priorità a chi non percepisce altri sostegni.
Per informazioni o per chi non riuscisse ad avere accesso al modulo on line si possono chiamare i numeri 0596789121, 0596789298, dal 6 al 10 aprile dalle 9,00 alle 12.00.

 

Situazione contagi al 2 aprile 2020
30 casi positivi di cui 26 in isolamento domiciliare e 4 ricoverati. Sono 29 le persone in isolamento fiduciario. 2 guariti.

 

Riduzione attività centri prelievi
ASL comunica che si effettuano prelievi solo in merito alle urgenze, al monitoraggio TAO e gravidanza. Gli altri esami di laboratorio di controllo sono sospesi.
Nuovo orario:
Centro prelievi Rovereto aperto solo il martedì dalle 6.45 alle 7.45
Centro prelievi Novi aperto solo il venerdì dalle 6.45 alle 7.45
Centro prelievi di Carpi aperto dal lunedì al sabato dalle 7.00 alle 9.00

 

Trasporti in autobus: modifiche ai servizi urbani, suburbani ed extraurbani. Eccezioni per gli ospedali.
Nello specifico del servizio extraurbano che riguarda il nostro territorio entra in vigore l'orario di vacanza scolastica con sospensione dal sabato dopo le 14.30 circa e nei festivi per tutto il giorno. Si invitano gli utenti a porre attenzione nella consultazione delle tabelle orarie esposte alle fermate urbane, nelle quali occorre consultare la colonna “Orario COVID- 19".
Anche sul sito www.setaweb.it alla sezione "Orari" potete trovare informazioni su tali modifiche.
Gli utenti possono inoltre contattare il servizio telefonico SETA al numero 840000216, oppure via WhatsApp al numero 334 2194058: entrambi i servizi sono attivi dal lunedì al sabato dalle ore 07:00 alle ore 19:00.
Leggi la comunicazione riepilogativa di Seta – clicca qui.

 

Numeri Utili Ausl aggiornamento page 001

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Coronavirus: comunicato N. 24 delle ore 12.30 del 2 aprile 2020

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
E' stato firmato in data 1 aprile il Dpcm che proroga fino al 13 aprile 2020 le misure fin qui adottate per il contenimento del contagio epidemiologico da Covid-19.
Leggi il DPCM – Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri – del 1 aprile
Regolamentazione dei funerali
Il Ministero della Salute ha adottato un provvedimento sulla regolamentazione dei funerali. Tali norme resteranno in vigore anche per il mese successivo al termine del periodo di emergenza sanitaria.

 Chiusura parchi comunali e cimiteri
Proseguono il divieto accesso ai parchi comunali e la chiusura dei cimiteri in accordo con le disposizioni contenute nel Dpcm del 1 aprile.

 _____________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Coronavirus: comunicato N. 23 delle ore 15.00 del 1 aprile 2020

 Buoni spesa, situazione contagi, posticipi di pagamento imposte, donazioni, proroga per bando di rivitalizzazione dei centri storici e iscrizione ai nidi.

 

Buoni spesa
Il Presidente del Consiglio Conte ha presentato un provvedimento che assegna 400 milioni di euro ai Comuni, da trasformare in buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari o di prima necessità per le persone e le famiglie più in difficoltà. Ad oggi sono in corso le operazione per definire i criteri di erogazione. Appena saranno definiti il Comune di Novi di Modena si metterà immediatamente al lavoro per erogare questi buoni alimentari e per assicurarsi che vadano davvero a chi si trova in difficoltà.

 

Situazione contagi al 31 marzo 2020
30 casi positivi di cui 23 in isolamento domiciliare e 7 ricoverati. Sono 16 le persone in isolamento fiduciario.

 

Posticipati i termini di pagamento di alcune imposte comunali:
Canone Cosap:
pagamento in unica rata – sospesa scadenza del 30/04/2020
pagamento rateale – sospese scadenze del 30/04/2020 e del 30/06/2020
Il versamento deve essere effettuato entro il 30/09/2020

Imposta Comunale di pubblicità:
pagamento rateale – sospese scadenze del 31/03/2020 e del 30/06/2020
Il versamento deve essere effettuato entro il 30/09/2020

Avvisi di accertamento relativi a tributi Comunali:
per gli avvisi in scadenza dall’08/03/2020 al 31/05/2020
il pagamento può essere effettuato entro il 30/06/2020

Provvedimenti di rateizzazione di accertamenti di tributi Comunali:
per le rate in scadenza dall’08/03/2020 al 31/05/2020
il versamento può essere effettuato entro il 30/06/2020

 

Donate 400 mascherine lavabili
Il sign. Gandolfi Massimo, a nome di un gruppo sportivo che utilizza il campetto di calcetto dell’Aneser, ha donato al Comune di Novi di Modena 400 mascherine per la Protezione Civile.

 

Bando rivitalizzazione dei centri storici
In base all’emergenza sanitaria in atto, l’ordinanza 5 del 23/03/2020 emessa dalla Regione Emilia Romagna prevede, per le domande già presentate nell’ambito della 1° e 2° finestra (ordinaria e straordinaria), una deroga generica dei termini entro i quali si possono presentare richieste di proroga per la conclusione dei progetti ammessi a finanziamento. In precedenza il decreto di rilascio del contributo concedeva 10 mesi di tempo per concludere i lavori dalla data di rilascio dello stesso ed era concessa la possibilità di chiedere una proroga da presentare 60 giorni prima della scadenza dei termini. Ora la conclusione dei lavori e la contestuale presentazione del rendiconto non è soggetta ad una data di scadenza. In base all’evoluzione della crisi sanitaria in essere la Regione definirà in futuro il termine per la conclusione dei lavori.
Clicca qui per leggere l’ordinanza.

 

Prorogati al 9 maggio 2020 i termini per l’iscrizione ai nidi d’infanzia comunali e convenzionati e allo Spazio Bambini Tartaruga dell’ Unione Terre d’Argine

A causa del protrarsi dell’emergenza da COVID-19, e al fine di agevolare le famiglie residenti nel territorio dell’Unione delle Terre d’Argine nell’iscrizione del proprio bambino al nido d’infanzia e allo Spazio Bambini Tartaruga per l’anno scolastico 2020-21, è stata prorogata la scadenza per la presentazione della domanda di ammissione fino al 09/05/2020. Per info vai al sito delle Terre d'Argine.

 

 

______________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Coronavirus: comunicato N. 22 delle ore 12.00 del 25 marzo 2020

059/4728738 - consegna farmaci e spesa a domicilio
Il numero è attivo su tutto il territorio dell’Unione delle Terre d'Argine per persone con più di 65 anni e nessuno che possa aiutarli per fare la spesa. Telefonare dalle 8 alle 20 allo 059 4728738, numero unico per Carpi, Soliera, Campogalliano e Novi di Modena. Servizio gratuito.

 

Iniziata attività dell’Unione Terre d’Argine “Telefonate ai fragili”.
Da martedì 24 marzo, i Comuni dell'Unione Terre d'Argine telefoneranno alle persone con oltre 75 anni, che vivono sole o che convivono con altre persone di 75 anni e più: scopo dell'operazione, che riguarda circa ottomila cittadini complessivamente, è verificare lo stato di accudimento e di informazione degli interpellati e, nel caso, attivare per loro qualche forma di assistenza e aiuto. Saranno contattati solo per telefono e verrà loro chiesto in che condizioni si trovano, se qualcuno si prende cura di loro e se conoscono i numeri da chiamare per bisogni quali la consegna di farmaci, la spesa o altre necessità urgenti specie se, causa l'isolamento di questi giorni, hanno perso il sostegno di familiari o amici.

 

Decreto legge del 24 marzo 2020
Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge che introduce nuove misure urgenti per fronteggiare l’emergenza. Il decreto prevede che, al fine di contenere e contrastare i rischi sanitari e il diffondersi del contagio, possano essere adottate, su specifiche parti del territorio nazionale o sulla totalità di esso, per periodi predeterminati, ciascuno di durata non superiore a trenta giorni, reiterabili e modificabili anche più volte fino al termine dello stato di emergenza, fissato al 31 luglio 2020 dalla delibera assunta dal Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, una o più tra le misure previste dal decreto stesso.
Leggi le misure – clicca qui 

 

Ritiro pensioni
Domani rappresenta una scadenza importante per il ritiro delle pensioni da parte di tanti cittadini.
Per coloro che hanno l'accredito su conto non cambierà nulla.
Per coloro, sia di Novi che di Rovereto, che ritirano la pensione attraverso carta presso gli apposti sportelli esterni (bancomat) non cambierà nulla.
Per coloro che ritirano personalmente la pensione presso gli sportelli interni degli uffici postali ricordiamo che che gli uffici di Rovereto e S.Antonio,su decisione di Poste Italiane, sono chiusi e quindi occorre far riferimento all’ufficio di Novi. Per questa modalità di ritiro, Poste Italiane adotterà una programmazione degli accessi individuali in base al cognome dell’avente diritto.

 

26 marzo giovedì dalla A alla B
27 marzo venerdì dalla C alla D
28 marzo (mattina) sabato dalla E alla K
30 marzo lunedì dalla L alla O
31 marzo martedì dalla P alla R
1 aprile mercoledì dalla S alla Z

 

L'ufficio postale di Novi sarà aperto dal 26 marzo al 1° aprile secondo il solito orario dalle 8.20 alle 13.35 e il sabato dalle 8.20 alle 12.35.

Vai al sito di poste italiane per maggiori info.

 

Situazione contagi a martedì 24 marzo 2020
8 persone positive a casa, 8 persone positive ricoverate, 13 persone in isolamento fiduciario

 

Nuove regole per i rifiuti urbani
Le persone positive al Covid, quelle in isolamento e quarantena devono sospendere la raccolta differenziata. I cittadini non positivi devono continuare a fare la differenziata ma mettere mascherine, guanti e fazzoletti monouso sempre nell'indifferenziata
Nuove regole nella gestione dei rifiuti. Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, ha firmato un’ordinanza che disciplina, da lunedì 23 marzo, la raccolta differenziata, il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti urbani per ridurre il più possibile il rischio diffusione contagio da Coronavirus. Il nuovo provvedimento recepisce la circolare dell’Istituto superiore di sanità.
Per info vai al sito della regione Emilia Romagna - clicca qui.

______________________________________________________________________________________________________________________________________

Coronavirus: comunicato N. 21 delle ore 21.00 del 22 marzo 2020

Una nuova stretta rispetto alla possibilità di muoversi delle persone e la sospensione delle attività produttive e industriali. E’ quanto prevede il nuovo Decreto (pdf, 3.9 MB) firmato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e dal ministro della Salute, Roberto Speranza, i cui effetti sono validi dal 23 marzo al 3 aprile 2020 in tutto il territorio nazionale per contrastare la diffusione del Covid-19.

Nota importante l'articolo 4 recita: "Le imprese le cui attività sono sospese per effetto del presente decreto completano le attività ne-cessarie alla sospensione entro il 25 marzo 2020, compresa la spedizione della merce in giacenza".

Leggi il decreto.

Leggi l'allegato

Vai al sito della regione EMILIA ROMAGNA dove sono riassunte tutte le miisure previste.

Scarica il modulo per autodichiazione degli spostamenti del 26 marzo 2020.

 

_______________________________________________________________________________________________________________

Coronavirus: comunicato N. 20 delle ore 11.30 del 20 marzo 2020

Cresce anche nel comune di Novi di Modena il numero dei contagi.
Nel bollettino di ieri Ausl ci ha comunicato 10 persone positive – 3 in isolamento domiciliare e 7 ricoverate presso strutture sanitarie – e altre 10 in isolamento fiduciario.

 

059/4728738 - consegna farmaci e spesa a domicilio
Il numero è attivo su tutto il territorio dell’Unione delle Terre d'Argine per persone con più di 65 anni e nessuno che possa aiutarli per fare la spesa. Telefonare dalle 8 alle 20 allo 059 4728738, numero unico per Carpi, Soliera, Campogalliano e Novi di Modena a condizione che non ci si trovi in situazione di isolamento o contagio. Servizio gratuito.

 

Modifiche al servizio area ecologica
Da lunedì 23 marzo i centri di raccolta saranno aperti alle sole utenze delle imprese (non domestiche) per le loro necessità lavorative. Dal 21 marzo tutti i centri di raccolta saranno chiusi nella giornata del sabato. Per info: 800.018.405.

 

Se hai ricevuto un avviso del consorzio di bonifica centrale in merito al contributo 2020 puoi pagarlo in aprile o maggio senza onoeri aggiuntivi
Il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale fa presente che l’invio degli avvisi era stato programmato ben prima dei recenti e preoccupanti sviluppi all’emergenza da Coronavirus. I pagamenti possono essere posticipati.

 

Farmacie sul territorio comunale
Dalle tre farmacie arriva un quadro di forte impegno ma non vi sono segnalazioni di particolari criticità. L’ingresso dei clienti è contingentato e il rispetto della distanza di sicurezza è garantito. Tale situazione consente il proseguire delle attività senza variazioni di orario.

 ______________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Coronavirus: comunicato N. 19 delle ore 10.00 del 19 marzo 2020

NUOVA ORDINANZA REGIONALE

Con la nuova ordinanza regionale del 18 marzo sono state introdotte limitazioni per passeggiate all'aperto: un’unica deroga è possibile se la motivazione è legata alla necessità di praticare attività motoria - come ad esempio una passeggiata per ragioni di salute, oppure l’uscita con l’animale di compagnia per le sue esigenze fisiologiche - si è obbligati a restare in prossimità della propria abitazione. Inoltre sono limitati gli spostamenti a piedi e in bicicletta consentiti esclusivamente “per le motivazioni ammesse per gli spostamenti delle persone fisiche”: quindi ragioni di lavoro, di salute o altre necessità, come ad esempio gli acquisti di generi alimentari.
L’obiettivo è sempre quello di ridurre i contatti tra le persone, principale veicolo di trasmissione del virus. Il provvedimento vale in tutto il territorio regionale da oggi stesso fino al 3 aprile prossimo.

Con l’ordinanza scattano altre prescrizioni. Si stabilisce infatti che l’apertura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande che sono collocati nelle aree di servizio e di rifornimento carburante è consentita unicamente lungo la rete autostradale e lungo la rete delle strade extraurbane principali.
Se invece questi esercizi si trovano lungo le strade extraurbane secondarie, la loro apertura è consentita limitatamente alla fascia oraria che va dalle 6.00 alle 18.00, dal lunedì alla domenica.
Non è consentita, invece, la normale apertura per gli esercizi che si trovano nelle aree di servizio e rifornimento collocate nei tratti stradali interni ai centri abitati.
Leggi l'ordinanza del 18/03/2020

 

ISTITUITO CONTO CORRENTE PER L'EMERGENZA

E' stato aperto un conto corrente come Unione Terre d'Argine per raccogliere risorse economiche da destinare alla emergenza #Coronavirus:

CONTO CORRENTE INTESTATO UNIONE TERRE D'ARGINE
IBAN: IT27E0200823307000040743376
CAUSALE: “EMERGENZA CORONAVIRUS”

 

I fondi ricavati dalle donazioni saranno destinati a mascherine e presidi per operatori, all'Ospedale Ramazzini di Carpi per necessità e urgenze e per il sostegno alla disabilità.

 

 

Coronavirus: Comunicato N. 18 delle ore 15.30 del 17 marzo 2020

ORDINANZA SINDACALE SOSPENSIONE ACCESSO PARCHI COMUNALI

Cogliendo le diverse segnalazioni pervenute dalle forze dell'ordine a dai cittadini, in data odierna è uscita l'ordinanza sindacale n°76 con cui viene disposto il divieto di accesso ai parchi pubblici.
I cancelli d'ingresso al Parco della Resistenza e al Parcobaleno saranno quindi chiusi ma l'ordinanza in essere vale per tutti i parchi pubblici.
Uscite di casa solo per questioni di estrema necessità, fate la spesa una volta a settimana e rispettate la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.
Leggi l'ordinanza n°76

 

NUOVO MODELLO PER LE AUTODICHIARAZIONI

E' stato pubblicato sul sito del Ministero dell'Interno il nuovo modello di autodichiarazione da compilare in caso di spostamenti, che verrà controfirmato al controllo dall'operatore di polizia.
Contiene una una quinta voce che si aggiunge alle quattro già preesistenti necessaria per giustificare gli spostamenti. Ed è quella con cui da oggi in poi qualsiasi cittadino dovrà dichiarare di non essere soggetto agli obblighi previsti dalla quarantena per chi è stato trovato positivo al coronavirus o per chi è entrato in contatto con una persona contagiata.

Scarica il modulo per autodichiarare gli spostamenti - clicca qui

 

 

  

_____________________________________________________________________________________________________________

Coronavirus: comunicato N. 17 delle ore 17.30 del 16 marzo 2020

Guarda il videomessaggio del Sindaco del 16/03/2020 - clicca qui

_____________________________________________________________________________________________________________

 

 

Coronavirus: comunicato N. 16 delle ore 12.30 del 13 marzo 2020

Accesso agli uffici pubblici

In applicazione al DPCM del 09/03/2020 comunichiamo che da sabato 14 marzo fino al 3 aprile, l'accesso alla maggior parte degli uffici comunali avverrà solo su appuntamento.

Gli appuntamenti si potranno concordare telefonando o scrivendo all’ufficio preposto o passando per il centralino 0596789111.
Saranno concessi appuntamenti solo per attività indifferibili dove sussista un comprovato motivo di urgenza.

SI RICHIEDE IL MASSIMO UTLIZZO DELLE PIATTAFORME ON LINE PREDISPOSTE SUL SITO COMUNALE
La attività del protocollo proseguono regolarmente.

I cimiteri saranno chiusi da sabato 14 marzo fino al 3 aprile.
Su indicazione di AIMAG l'accesso alla Casa dell'Acqua di via canzio Zoldi a Novi di Modena è sospeso fino al 3 aprile.

 

Leggi leggi le nuove disposizioni per l’accesso ai Servizi Demografici (Anagrafe)

 

Recapiti degli uffici e servizi del Comune di Novi di Modena

 

__________________________________________________________________________________________

 

Coronavirus: comunicato N. 15 delle ore 10.30 del 12 marzo 2020
NUOVE MISURE ADOTTATE DAL GOVERNO

Guarda il videomessaggio del Sindaco - clicca qui

 

11.03.2020 - Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ha firmato il nuovo Dpcm con ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emegenza Coronavirus - Leggi il testo del decreto.
Saranno chiusi tutti i negozi tranne quelli per i beni di prima necessità.
Resta consentita la consegna a domicilio per ristoranti, pizzerie, ecc.
Sono sospese dunque le attività di bar, pub, ristoranti per tutto il giorno e non solo dopo le 18.00.
Chiusi anche centri estetici, barbieri e parrucchiere.
Saranno garantiti i trasporti.
Le industrie resteranno aperte ma con misure di sicurezza.

 

0594728738 - CONSEGNA FARMACI E SPESA A DOMICILIO
Attivo un numero su tutto il territorio dell’Unione delle Terre d'Argine a partire da oggi, giovedì 12 marzo.

Come funziona? E' sufficiente telefonare dalle 8 alle 20 allo 059 4728738, numero unico per tutti i comuni delle Terre d'Argine - Carpi, Soliera, Campogalliano e Novi di Modena.
Gli operatori distribuiranno le chiamate ai referenti comunali che si attiveranno di conseguenza.
Chi porterà i farmaci? I volontari della Croce Rossa di Novi di Modena
Chi porterà la spesa? Volontari cittadini che collaborano con il progettto.
Chi può chiamare? Chiunque non possa uscire di casa, a condizione che non si tratti di persone in isolamento o contagiate o ammalate, per le quali sono attivi altri servizi.
Quanto costa il servizio? Nulla, è completamente gratuito, si dovrà pagare solo l'importo dello scontrino della farmacia o della spesa.

Ringraziamo le associazioni di categoria e le associazioni di volontariato che si sono rese disponibili a realizzare il progetto per sostenere i cittadini in questo momento di oggettiva difficoltà. Hanno dato la loro disponibilità croce rossa, croce blu, agesci,  e altre associazioni che fanno riferimento alla Fondazione Casa del Volontariato, cui si potranno aggiungere anche ulteriori associazioni interessate.


 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Coronavirus: comunicato N. 14 delle ore 8.30 del 11 marzo 2020

In data 10 marzo 20202 è stata firmata un'ulteriore Ordinanza del Presidente della Regione Emilia-Romagna.
Queste le principali novità:
- le misure già adottate per Bar e Ristoranti quali la riduzione degli orari di apertura, previsti dalle 6 alle 18, e la distanza di 1 metro fra le persone, si estendono a tutte le attività che prevedono la somministrazione ed il consumo sul posto e quelle che prevedono l’asporto come pizzerie al taglio, piadinerie, tigellerie, kebab, gelaterie. Si dispone inoltre che tutti questi esercizi, inclusi bar e ristoranti, siano sospesi nei week-end. Sarà sempre possibile la consegna a domicilio di bevande e alimenti

- I mercati ordinari e straordinari sono chiusi tutti i giorni della settimana, con l'esclusione dei banchi alimentari laddove assicurino la distanza minima di 1 metro tra le persone.
Tali disposizioni hanno effetto a partire dall’11 marzo 2020 e sino al 3 aprile 2020.
Leggi l'ordinanza

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Guarda il videomessaggio del Sindaco del 10/03/2020 - clicca qui

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Coronavirus: comunicato N. 13 delle ore 16.00 del 9 marzo 2020.
Il Comune di Novi di Modena ha analizzato il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 8 marzo ed operante su tutto il territorio nazionale, senza possibilità di modifica da parte delle singole Amministrazioni attraverso ordinanze sindacali.
Le misure sono valide fino al 3 aprile 2020.
Leggi il DPCM – Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri – dell’8 marzo

 

ORARI UFFICI PUBBLICI
Al fine di ridurre al minimo le possibilità di diffusione del Coronavirus e per limitare, come richiesto dal Governo, gli spostamenti dei cittadini solo in caso di estrema e improrogabile necessità l'orario di ricevimento ad ingresso libero di alcuni uffici e degli Amministratori è sospeso da domani fino al 3 aprile. Gli uffici interessati, all'interno degli orari destinati al ricevimento del pubblico, effettueranno solo un ricevimento telefonico. Sarà l'operatore, valutata la necessità e improrogabilità della richiesta, a fissare un appuntamento di persona presso la struttura comunale, nel rispetto del mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

Rinnoviamo inoltre la richiesta di utilizzare le piattaforme dei servizi on-line sul sito del Comune di Novi di Modena.

Proseguono il ricevimento del pubblico ad ingresso libero:
- Anagrafe
- Stato civile
- Protocollo
- Sportello edilizia

Attivano il ricevimento telefonico o prenotazione appuntamento:
- Attività economiche 0596789250
- Lavori pubblici 0596789271
- Ufficio Ambiente 0596789273
- Sportello edilizia per info telefoniche 0596789241
- Sportello Unico (SUE-SUAP) 0596789241
- Mude 0596789246
- Ufficio Tributi 0596789235 I 0596789233
- Ufficio rientro in abitazione 0596789293
- Assistenti sociali, anziani e minori 0596789121
- Ufficio Amministrativo servizi sociali 0596789142
- Ufficio Scuola 0596789130
- Polizia municipale - 0596789150 I 059649555

Leggi i contatti e gli orari di ricevimento degli uffici pubblici.

Sono sospese le attività della biblioteca “V. Lugli”, dei Centri Giovani di Novi e Rovereto s/S.
Per la giornata di mercoledì 11 marzo l’attività dell’anagrafe di Rovereto s/S è sospesa.

 

LIMITAZIONI AGLI SPOSTAMENTI
Gli spostamenti potranno avvenire solo se motivati da esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute da attestare mediante autodichiarazione, che potrà essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze di polizia. Un divieto assoluto, che non ammette eccezioni, è previsto per le persone sottoposte alla misura della quarantena o che sono risultate positive al virus.
Le misure in vigore in Emilia-Romagna, vai al sito della Regione Emilia-Romagna clicca qui
Per maggiori info leggi la direttiva integrale del Ministero degli Interni e scarica il modulo per autodichiarare gli spostamenti - clicca qui.

 

MERCATI
Prosegue l'attività dei mercati cittadini di Novi e rovereto s/S e quello del contadino a Novi, purchè siano rispettate le indicazioni previste all'interno del DPCM dell'8 marzo.

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

Coronavirus: comunicato N. 12 delle ore 20.30 del 8 marzo 2020.

MOBILITA'

Le misure in vigore in Emilia-Romagna: possibile spostarsi per motivi di lavoro e movimentare le merci. 
Vai al sito della Regione Emilia-Romagna clicca qui

SERVIZI
Scuole chiuse fino al 3 aprile.
Sospendono il servizio:
- la biblioteca "V. Lugli" a Novi e il punto prestito di Rovereto s/S presso i locali della Parrocchia;
- tutti gli impianti sportivi pubblici e privati del territorio;
- i centri giovani di Novi e Rovereto s/S;
- tutte le manifestazioni pubbliche;
- il centro diurno di Novi di Modena;
- le sedi comunali utilizzate per il ritrovo dei membri, soci e direttivi delle varie associazioni;.

SANITA’
Lla Casa di Riposo Anziani "Cortenova" di Novi di Modena ha sospeso l’orario di visita, l’accesso è consentito solo ai familiari purché preventivamente contattati dal personale sanitario della struttura.
I centri medici di Novi, Rovereto e l’ambulatorio di S.Antonio continuano la propria attività. L’accesso agli ambulatori di Novi e Rovereto sarà possibile solo su appuntamento previo contatto telefonico, per le richieste di ricette è stato allestito apposito contenitore davanti agli studi medici.
L’azienda USL fa sapere che su tutto il territorio provinciale è stata sospesa l’erogazione delle attività ambulatoriali e gli interventi chirurgici non urgenti – per info vai al sito di ASL clicca qui.

ORARI UFFICI PUBBLICI
Per la giornata di domani non sono previsti cambiamenti negli orari dei servizi. Per i giorni successivi gli orari dei servizi potrebbero essere rimodulati.

COMMERCIO
Sono consentite le attività di ristorazione e bar dalle  6.00 alle 18.00, con obbligo, a carico  del  gestore,  di  predisporre  le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della  distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
Sono consentite le attività commerciali diverse da quelle di cui sopra a condizione che il gestore garantisca un accesso ai predetti luoghi con  modalità  contingentate  o  comunque idonee  a  evitare  assembramenti  di  persone.
Per maggiori info leggi il comma O e N dell’articolo 1 del sopracitato decreto.


Per informazioni è disponibile l'area tematica dedicata all’emergenza Coronavirus sul sito della regione Emilia-Romagna.
Per altre info vai alla pagina dedicata sul portale dell'Azienda USL di Modena.
Il Ministero della Salute ha predisposto una apposita sezione con le domande più frequenti (FAQ) sulla infezione da nuovo Coronavirus.

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Coronavirus: comunicato N. 11 delle ore 11.00 del 7 marzo 2020.
SOSPESE LE ATTIVITA' DELLE BOCCIOFILE E DEI CIRCOLI PER ANZIANI SUL TERRITORIO COMUNALE.
In accordo con le associazioni si è deciso di sospendere dall'8 marzo al 3 aprile l'apertura del bar e la ginnastica dolce del circolo "Arci Taverna" e le attività della Bocciofila di S.Antonio dalla giornata di ieri sempre fino al 3 aprile. Tali provvedimenti si vanno ad aggiungere alla volontaria decisione della Polisportiva Roveretana di sospendere tutte le attvità rivolte agli anziani, già da lunedì 24 febbraio.

Questa condotta trova fondamento nelle ripetute e sempre più insistenti comunicazioni dal Ministero della Salute, ASL e Regione EmiliaRomagna, che individuano nella popolazione anziana la fascia più a rischio per complicazioni da coronavirus.

Riprendiamo quindi l'appello della Regione di chiedere agli over 65 di stare in casa e di limitare al massimo la propria vita sociale per qualche settimana.  Il caso di ieri, dove in un comune imolese si sono registrati 16 infetti nello stesso giorno tutti presenti all'interno di un circolo per anziani, è il caso che punta l’attenzione sugli stili di vita di questa fascia d'età. Tali contagi sono prevenibili e non casuali. Quindi occorre sforzarsi al massimo per evitarli.

In Emilia-Romagna stanno aumentano i ricoverati in terapia intensiva e sono sopratutto anziani. Il commissario per l’emergenza coronavirus Sergio Venturi rivolgendosi direttamente agli over 65 ribadisce che  “i letti di terapia intensiva sono la cosa più preziosa che abbiamo, lasciamoli a chi si ammala perchè inconsapevolmente è entrato in contatto con un portatore di virus! Vi esorto a ritirarvi dalla vita sociale per qualche settimana”.

L'Amministrazione Comunale ringrazia per la collaborazione e per il senso civico che tali associazioni, come le molte altre che operano nello sport e nella cultura, stanno dimostrando adoperandosi e modificando le proprie attivtià per ridurre al minimo le occasioni di contagio.

_______________________________________________________________________________________________________________________________

 

Coronavirus: comunicato N. 10 delle ore 11.00 del 6 marzo 2020.
Il Comune di Novi di Modena ha analizzato il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo ed operante su tutto il territorio nazionale, senza possibilità di modifica da parte delle singole Amministrazioni attraverso ordinanze sindacali.
Le misure sono valide fino al 3 aprile 2020, salvo diverse specifiche indicazioni (vedi chiusura scolastica fino al 15 marzo).

EVENTI PUBBLICI
Si comunica che le rassegne “Scienza al Pac”, “La forza delle donne” e le celebrazioni legate alla “Battaglia di Rovereto” sono sospese. Fino al 3 aprile il Comune non proporrà alcun evento e attività straordinaria, ne’ concederà patrocini di natura culturale, ricreativa o sportiva. I patrocini già comunicati per eventi fino al 3 aprile sono da considerarsi ritirati. Le associazioni possono comunque realizzare eventi sul territorio senza il patrocinio comunale, assumendosi la responsabilità di  rispettare le indicazioni di contenimento della diffusione del virus contenute nel sopracitato decreto.

IMPIANTI SPORTIVI
Nella serata di giovedì 5 marzo si è provveduto ad incontrare le associazioni sportive del territorio per fare il punto della situazione. In questa fase dell’emergenza il Comune non ha un ruolo autorizzatorio ma prende atto di quanto le stesse società sportive decidono, in collaborazione con le federazioni e comitati sportivi di riferimento.

In Emilia-Romagna continua ad essere consentito lo svolgimento di competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, solo all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse.

La novità introdotta dall’ultimo decreto è che, in ambito agonistico, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare controlli idonei al contenimento del rischio di diffusione del virus tra atleti, tecnici, dirigenti e accompagnatori. Inoltre, lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto o dentro palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone.

In collaborazione con le associazioni si è riflettuto su tali questioni anche in riferimento alla tipologia di sport (che preveda o meno contatto fisico) e all’ampiezza dei locali di svolgimento dell’attività.

A seguito di tale riflessione si è convenuto che ogni associazione potrà decidere come proseguire, anche se sarà difficile mantenere un comportamento omogeneo in riferimento sia alle associazioni coinvolte che alle discipline praticate. Perciò ogni associazione sportiva darà comunicazione delle decisioni prese, in merito ad ogni corso promosso, agli associati attraverso i propri canali d’informazione.

Gli impianti sportivi privati possono procedere con la propria attività attenendosi alle normative di sicurezza riportate nelle indicazioni di Asl e nel sopracitato decreto.

Aperture
- la biblioteca "V. Lugli" a Novi e il punto prestito di Rovereto s/S presso i locali della Parrocchia proseguono il servizio solo per il prestito librario;
- la scuola di Musica prosegue con le lezioni individuali;
- le sedi comunali sono fruibili per il ritrovo dei membri, soci e direttivi delle varie associazioni, previste all'interno delle convenzioni stipulate. Gli organizzatori devono mettere i partecipanti nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;
- i centri medici di Novi, Rovereto e l’ambulatorio di S.Antonio continuano la propria attività;
- le attività del centro diurno "R. Rossi" di Novi di Modena proseguono regolare servizio;
- la Casa di Riposo Anziani "Cortenova" di Novi di Modena ha sospeso l’orario di visita, l’accesso è consentito solo ai familiari purché preventivamente contattati dal personale sanitario della struttura.

Rimangono sospese le attività dei centri giovani di Novi e Rovereto.

Per informazioni e per consultare le linee guida regionali in riferimento al sopracitato decreto (di imminente uscita) è disponibile l'area tematica sul sito della regione Emilia-Romagna.
Per altre info vai alla pagina dedicata sul portale dell'Azienda USL di Modena.
Il Ministero della Salute ha predisposto una apposita sezione con le domande più frequenti (FAQ) sulla infezione da nuovo Coronavirus.

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Coronavirus: comunicato N. 9 delle ore 21.00 del 5 marzo 2020.
Non si pagano le rette se nidi e scuole sono chiusi. Esonero completo per tutte le famiglie.
La Giunta dell’Unione Terre d’Argine ha deciso di esonerare completamente le famiglie dal pagamento delle rette dei nidi e delle scuole d’infanzia per i sette giorni di chiusura di febbraio, per quelli fino al 15 marzo già decisi dal Governo e le eventuali ulteriori settimane di interruzione dei servizi educativi e scolastici che venissero stabilite.Il provvedimento riguarda tutte le famiglie dei quasi 2.600 bambini frequentanti i nidi comunali, quelli convenzionati, e le scuole d’infanzia comunali e statali.
Per l’Unione Terre d’Argine si tratta di minori entrate stimate in circa 75.000 euro a settimana, a beneficio delle famiglie che non hanno potuto utilizzare i servizi dovendo far fronte spesso ad altre spese.

 

E' uscito il Dpcm (Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri) del 4 marzo 2020 dove sono indicate le "Misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull'intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus".
Scuole chiuse fino al 15 marzo

pdf normalDecreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020

 

 ________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Coronavirus: comunicato N. 8 delle ore 21.00 del 1 marzo 2020.

Il Comune di Novi di Modena ha recepito quanto comunicato dal Presidente del Consiglio dei Ministri attraverso il decreto uscito nel pomeriggio e valido dal 2 all'8 marzo. In tale documento sono indicate tutte le misure urgenti che i Comuni sono tenuti ad attuare per il contenimento del contagio del Coronavirus. Il Comune, applicando quanto espresso in tale decreto, ha tenuto sul proprio territorio una condotta volta a limitare allo stretto necessario le chiusure dei servizi, riaprendo tutti quelli che possono farlo in un contesto di sicurezza sia degli operatori che degli utenti. Quindi, in accordo e collaborazione con le associazioni ed enti attivi sul territorio ed a seguito della riunione della Giunta e del COC (Centro Operativo Comunale) appena conclusa, comunica le seguenti disposizioni.

Aperture
- la biblioteca "V. Lugli" a Novi e il punto prestito di Rovereto s/S presso i locali della Parrocchia riprenderanno servizio solo per il prestito librario;
- la scuola di Musica riprenderà servizio limitatamente alle lezioni individuali;
- le sedi comunali riapriranno per il ritrovo dei membri, soci e direttivi delle varie associazioni, previste all'interno delle convenzioni stipulate. Gli organizzatori devono mettere i partecipanti nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;
- i centri medici di Novi e Rovereto continuano regolarmente la propria attività;
- le attività del centro diurno "R. Rossi" di Novi di Modena proseguono regolare servizio;
- la Casa di Riposo Anziani "Cortenova" di Novi di Modena prosegue con il nuovo orario di ricevimento, prevedendo 2 orari di visita dalle 10 alle 11 e dalle 15.30 alle 16.30. Viene consentito l'ingresso ad un solo visitatore per ospite.
- Riapre da domani 2 marzo il circolo Arci Taverna.

Sospensioni
- attività dei centri giovani di Novi e Rovereto;
- attività sportive presso gli impianti pubblici del territorio;
- eventi previsti fino all'8 marzo all'interno delle rassegne "Scienza al Pac" e "La forza delle donne".

Esercizi Commerciali
- i mercati comunali e quello contadino possono riprendere la propria attività;
- consentito lo svolgimento delle attività di ristorazione, bar e pub a condizione che il servizio sia espletato per i soli posti a sedere e che, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali, gli avventori siano messi nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;
- apertura delle attività commerciali diverse da quelle sopra elencate condizionata all’adozione di misure organizzative tali da consentire un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra i visitatori.

Per consultare integralmente l'articolo 2 del DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) "Misure urgenti di contenimento del contagio" dove sono indicate tutte le indicazioni per la regione Emilia Romagna clicca qui.

La raccomandazione in caso di sintomatologia come febbre e sintomi respiratori è comunque di non accedere direttamente alle strutture di Pronto Soccorso, ospedale, ambulatori, ma di contattare telefonicamente il proprio medico di medicina generale, pediatra di libera scelta, medico di continuità assistenziale o, in caso di sintomatologia grave o situazioni di emergenza, il numero 118. La collaborazione dei cittadini, sin qui preziosissima, è infatti fondamentale per garantire la massima protezione degli operatori sanitari, oltre che dei cittadini stessi.

Per informazioni e per consultare le linee guida regionali in riferimento al sopracitato decreto (di imminente uscita) è disponibile l'area tematica sul sito della regione Emilia-Romagna.
Per altre info vai alla pagina dedicata sul portale dell'Azienda USL di Modena.
Il Ministero della Salute ha predisposto una apposita sezione con le domande più frequenti (FAQ) sulla infezione da nuovo Coronavirus.

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Coronavirus: comunicato N. 7 delle ore 18.15 del 29 febbraio 2020.

Confermata chiusura nidi, attività scolastica e università per la prossima settimana dal 2 all’8 marzo per le tre Regioni più colpite: Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna. Il Comitato Tecnico Scientifico e il Governo ritengono inoltre di dover aggiornare settimanalmente tale previsione sulla base dell’andamento della situazione epidemiologica.

L'istituto Comprensivo, attraverso le piattaforme dedicate è in contatto con gli studenti delle scuole medie e sta procedendo all'assegnazione di compiti che saranno valutati come regolare attività didattica dopo la ripresa delle attività scolastiche.

Comprendiamo bene il tentivo di tante famiglie di non far vivere ai propri figli questo periodo con panico e paure. Allo stesso tempo ribadiamo che non è un periodo di vacanza e quindi continuiamo a sollecitare che i contatti con i coetanei avvengano per piccoli gruppi, evitando assembramenti presso luoghi pubblici (quali ad esempio parchi e campetti da gioco) o privati (feste o pigiama party).

Domani in mattina si svolgerà a Marzaglia un incontro di protezione civile con i Sindaci dei comuni dell'Emilia Romagna interessati dall'emegenza, tra cui anche Novi di Modena. A seguito di tale incontro uscirà, nel pomeriggio, un comunicato in merito alla chiusura o riapertura di spazi ed edifici pubblici comunali. Su questo tema si ricorda che, fino al 1° marzo compreso, vale quanto già comunicato in precedenza.

Per informazioni è disponibile la pagina dedicata sul portale dell'Azienda USL di Modena e l'area tematica sul sito della regione Emilia-Romagna. Il Ministero della Salute ha predisposto una apposita sezione con le domande più frequenti (FAQ) sulla infezione da nuovo Coronavirus

 

Coronavirus: comunicato N. 6 delle ore 13.00 del 28 febbraio 2020.
L’indagine epidemiologica condotta sui contatti di una persona residente nel territorio di Carpi ha consentito di individuare una persona risultata poi positiva al coronavirus residente sul territorio comunale di Novi. Il caso rientra tra quelli già comunicati dalla Regione Emilia-Romagna e relativi al contatto del primo caso, confermato con il territorio lodigiano. I protocolli sanitari previsti sono stati regolarmente applicati, i contatti sono stati individuati, collocati in isolamento domiciliare, seguiti dalle strutture sanitarie preposte.
Ai cittadini non coinvolti dall'indagine epidemiologica in corso non è richiesta alcuna particolare misura se non quella di attenersi alle indicazioni ministeriali e regionali per una corretta prevenzione, a protezione di sé stessi e degli altri.
"Vorrei innanzitutto fare i migliori auguri di guarigione alla persona coinvolta, che ha dimostrato grande senso civico nell'attivarsi immediatamente secondo i protocolli sanitari indicati. Invito a raccogliere le informazioni utilizzando solo fonti istituzionali che, costantemente, provvedono alla pubblicazione di notizie e aggiornamenti" - Sindaco Enrico Diacci.
Informazioni utili
La raccomandazione in caso di sintomatologia come febbre e sintomi respiratori è comunque di non accedere direttamente alle strutture di Pronto Soccorso, ospedale, ambulatori, ma di contattare telefonicamente il proprio medico di medicina generale, pediatra di libera scelta, medico di continuità assistenziale o, in caso di sintomatologia grave o situazioni di emergenza, il numero 118.
La collaborazione dei cittadini, sin qui preziosissima, è infatti fondamentale per garantire la massima protezione degli operatori sanitari, oltre che dei cittadini stessi.
È importante ribadire ancora una volta le misure igieniche di protezione individuale contenute nell’Ordinanza del Ministero e della Regione Emilia-Romagna per prevenire la diffusione di malattie infettive.
1. Lavarsi spesso le mani, a tal proposito si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie, e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.
2. Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
3. Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani
4. Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce
5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico
6. Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
7. Usare la mascherina solo si sospetta di essere malato o si assiste persone malate
8. I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
9. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus
Per informazioni è disponibile la pagina dedicata sul portale dell'Azienda USL di Modena e l'area tematica sul sito della regione Emilia-Romagna.
Il Ministero della Salute ha predisposto una apposita sezione con le domande più frequenti (FAQ) sulla infezione da nuovo Coronavirus

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Coronavirus: comunicato N. 5 delle ore 16.00 del 27 febbraio 2020.
Siamo in attesa di conoscere dalla Regione Emilia Romagna informazioni in merito all'apertura delle scuole per la prossima settimana.
Alla luce di tale comunicazione si valuteranno eventuali riaperture di spazi ed edifici pubblici.
Al di là di quelle già fatte nei giorni scorsi, non si segnalano al momento comunicazioni particolari in merito all'evoluzione dell'emergenza
Rimane quindi in essere quanto comunicato nel bollettino precedente.
Continuiamo a ricordare che In caso di sintomatologia collegabile al Coronavirus (febbre e sintomi respiratori) si raccomanda di non accedere direttamente alle strutture di Pronto Soccorso e neppure agli ambulatori dei medici di famiglia ma di contattare telefonicamente il proprio medico di medicina generale, il n°1500 o il numero verde regionale 800.033.033 - in caso di emergenza il numero 118,
La Regione Emilia Romagna ha dedicato alla gestione dell'emergenza Coronavirus una sezione del proprio sito dove i cittadini possono consultare aggiornamenti, approfondimenti e ultime notizie - clicca qui.

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Coronavirus: comunicato N. 4 delle ore 16.30 del 26 febbraio 2020.
Apertura uffici pubblici
Gli orari delle attività degli uffici pubblici si svolgeranno senza variazioni grazie alla messa in atto delle disposizioni degli organi sanitari e ministeriali. Sono state messe in essere tutte le procedure necessarie per svolgere le relative attvità, tutelando tanto gli utenti quanto gli operatori. In particolare si sono adottate misure per evitare concentrazioni di persone e contatti diretti fra utente e operatore. Inoltre sono state intensificate le operazioni di sanificazione e areazione dei locali. Entrando in municipio si chiede di prestare attenzione alla cartellonistica allestita, che indica le aree d'attesa per i diversi servizi.
Servizi comunali  On-line
Per limitare al minimo gli accessi alla sede municipale, dove risiedono tutti i servizi per i cittadini, siamo a sollecitare, dove possibile, l'utilizzo dei servizi on line, predisposti dal comune sul proprio sito, in particolare per la "Certificazione On Line" e la "Prenotazione degli appuntamenti per l'anagrafe".
Evitare assembramenti
Comprendiamo bene il tentivo di tante famiglie di non far vivere ai propri figli questo periodo con panico e paure. Allo stesso tempo ribadiamo che non è un periodo di vacanza e quindi continuiamo a sollecitare che i contatti con i coetanei avvengano per piccoli gruppi, evitando assembramenti presso luoghi pubblici (quali ad esempio parchi e campetti da gioco) o privati. L'istituto Comprensivo, attraverso le piattaforme dedicate, è in contatto con gli studenti delle scuole medie e sta procedendo all'assegnazione di compiti che saranno valutati come regolare attività didattica dopo la ripresa delle attività scolastiche.
Si comunica che:
- i centri medici di Novi e Rovereto continuano regolarmente la propria attività;
- le attività del centro diurno "R. Rossi" di Novi di Modena hanno da oggi ripreso regolare servizio.
- le attività di scuole, biblioteche, palestre pubbliche, centri giovani rimarranno sospese fino al 1° marzo;
- il mercato contadino di giovedì 27 a Novi è sospeso;
- la Casa di Riposo Anziani "Cortenova" di Novi di Modena da oggi ha istituito il nuovo orario di ricevimento, prevedendo 2 orari di visita. Il primo va dalle 10 alle 11 e il secondo dalle 15.30 alle 16.30. Viene consentito l'ingresso ad un solo visitatore per ospite.
- tutte le strutture comunali, che fino al 01/03 avrebbero ospitato eventi di tipo culturale, aggregativo, sportivo gestite direttamente dal Comune o in collaborazione con enti e associazioni del territorio sono chiuse, pertanto le attività sospese;
- in accordo con Arci Taverna si è condivisa da domani 27 febbraio al 1° marzo la chiusura del relativo circolo, in continuità con quanto già concordato con Polisportiva Roveretana in merito alla sospensione dell'apertura del bar presso la Casa dello Sport (già in essere da lunedì 24 febbraio);
- funerali e matrimoni potranno essere tenuti purché con un limitato numero di partecipanti.
In caso di sintomatologia collegabile al Coronavirus (febbre e sintomi respiratori) si raccomanda di non accedere direttamente alle strutture di Pronto Soccorso e neppure agli ambulatori dei medici di famiglia ma di contattare telefonicamente il proprio medico di medicina generale, il n°1500 o il numero verde regionale 800.033.033 - in caso di emergenza il numero 118,Vi invitiamo a non dar alcun seguito ad eventuali offerte, provenienti da non meglio precisate aziende, in merito all'esecuzione di tamponi a domicilio. Nel caso avvertire immediatamente le forze dell'ordine. In base all'evolversi della situazione seguiranno ulteriori comunicazioni. Si prega di far riferimento solo a notizie diffuse da siti ufficiali di enti pubblici o da AUSL.

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

 Comunicato n°3 delle ore 16.30 del 25 febbraio 2020
Si comunica che:
- le attività di scuole, biblioteche, palestre pubbliche, centri giovani rimarranno sospese fino al 1° marzo;
- il mercato cittadino di mercoledì 26 a Rovereto s/S e quello contadino di giovedì 27 a Novi sono sospesi;
- la Casa di Riposo Anziani "Cortenova" di Novi di Modena da domani 26 febbraio istituirà un nuovo orario di ricevimento prevedendo 2 orari di visita. Il primo va dalle 10 alle 11 e il secondo dalle 15.30 alle 16.30. Viene consentito l'ingresso ad un solo visitatore per ospite.
- rimane confermata la sospensione del ricevimento del pubblico da parte del Sindaco nella giornata di mercoledì 26 febbraio, per poter seguire l'evolversi della situazione;
- tutte le strutture comunali, che fino al 01/03 avrebbero ospitato eventi di tipo culturale, aggregativo, sportivo gestite direttamente dal Comune o in collaborazione con enti e associazioni del territorio sono chiuse, pertanto le attività sospese;
- l'attività dell'anagrafe di Rovereto s/S prevista per mercoledì 26 febbraio sarà spostata presso l'anagrafe di Novi di Modena in via V. Veneto, 16, secondo lo stesso orario: 8.30/10.30 appuntamenti, 10.30/12.30 ingresso libero;
- l'attività dei servizi sociali di Rovereto s/S prevista per mercoledì 26 febbraio è sospesa;
- gli orari delle attività degli altri uffici pubblici rimangono in essere senza variazioni;
- funerali e matrimoni potranno essere tenuti purché con un limitato numero di partecipanti;
- i centri medici di Novi e Rovereto continuano regolarmente la propria attività;
- le attività del centro diurno "R. Rossi" di Novi di Modena riprenderanno regolarmente servizio da domani 26 febbraio;

Leggi la relativa Ordinanza

 In merito al documento regionale pubblicato sul sito della Regione Emilia Romagna "Manifestazioni pubbliche, servizi e attività: quelle da sospendere e quelle che possono proseguire" siamo a specificare che, nell'ultimo capoverso, si da la facoltà ai Sindaci di disporre "ulteriori e specifiche prescrizioni, laddove necessarie, in ragione di particolari esigenze delle comunità locali".
In sostanza, tale documento, è da intendersi come una linea guida di livello regionale, rivolta ad un territorio molto vasto, con livelli e percezione del richio molto differenti, a seconda di come le diverse zone sono interessate dal contagio.
Per tale motivo ogni Sindaco sulla base della propria situazione territoriale può decidere come tradurre tali indicazioni, attivando le relative misure nell'interesse della salute pubblica.  
Le misure adottate dal Centro Operativo Comunale fanno quindi riferimento alla valutazione della situazione in essere sul territorio comunale che, pur non presentando casi positivi, si trova in confine con un comune interessato dal contagio. Pertanto, le differenze che si riscontrano rispetto a quanto riportato dalla sopracitata comunicazione della Regione, sono da intendere come pure misure di sicurezza per prevenire, in quelle che al momento sono le facoltà decisonali del Sindaco, un eventuale diffondersi del virus.
Continuiamo a chiedere a tutte le famiglie, in questo periodo di inattività dei propri figli legata alla chiusura delle scuole e delle attività sportive, di limitare i contatti con i coetanei, evitando assembramenti presso luoghi pubblici (quali ad esempio parchi e campetti da gioco) o privati.
In caso di sintomatologia collegabile al Coronavirus (febbre e sintomi respiratori) si raccomanda di non accedere direttamente alle strutture di Pronto Soccorso e neppure agli ambulatori dei medici di famiglia ma di contattare telefonicamente il proprio medico di medicina generale, il n°1500 o il numero verde regionale 800.033.033 - in caso di emergenza il numero 118,
Vi invitiamo a non dar alcun seguito ad eventuali offerte, provenienti da non meglio precisate aziende, in merito all'esecuzione di tamponi a domicilio. Nel caso avvertire immediatamente le forze dell'ordine.
In base all'evolversi della situazione seguiranno ulteriori comunicazioni. Si prega di far riferimento solo a notizie diffuse da siti ufficiali di enti pubblici o da AUSL.
Per maggiori informazioni visita il sito della regione Emilia Romagna - clicca qui.

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Comunicato 2 delle ore 20.30 del 24 febbraio 2020
In merito alle misure contenitive relative alla riduzione del rischio di
contagio siamo a comunicare che:
- è stato attivato il Centro Operativo Comunale in forma ristretta;
- le attività del centro diurno "R. Rossi" come quelle dei servizi sociali di via E. De Amicis, 1 a Novi e presso il Centro Servizi Polivalente di Rovereto s/S saranno sospese nella giornata di domani martedì 25 febbraio;;
- l'attività dell'anagrafe di Rovereto s/S di mercoledì 26 febbraio sarà spostata presso l'anagrafe di Novi di Modena in via V. Veneto, 16 secondo lo stesso orario: 8.30/10.30 appuntamenti, 10.30/12.30 ingresso libero;
- il Sindaco, vista la situazione in essere, sospenderà il ricevimento del pubblico nelle giornate di martedì 25 e mercoledì 26 febbraio per poter seguire l'evolversi della situazione;
- la chiusura delle scuole rimane confermata fino al primo marzo, salvo altre comunicazioni;
- il veglione di Carnevale, previsto presso la palestra Monia Franciosi sabato 29 febbraio, è stato annullato;
- le attività dei mercati comunali di Novi e Rovereto previste nelle giornate di martedi 25 e mercoledì 26 sono sospese.

In caso di sintomatologia collegabile al Coronavirus (febbre e sintomi respiratori) si raccomanda di non accedere direttamente alle strutture di Pronto Soccorso e neppure agli ambulatori dei medici di famiglia, ma di contattare telefonicamente
il proprio medico di medicina generale o, in caso di emergenza, il numero 118 o 1500.

Si richiede a tutte le famiglie, in questo periodo di inattività dei propri figli legata alla chiusura delle scuole e delle attività sportive, di limitare al minimo i contatti con i coetanei, evitando
assembramenti presso luoghi pubblici (quali ad esempio parchi e campetti da gioco)

Vi invitiamo a non dar alcun seguito ad eventuali offerte da non meglio precisate aziende in merito all'esecuzione di tamponi a domicilio.

In base all'evolversi della situazione seguiranno ulteriori comunicazioni. Si prega di far riferimento solo a notizie diffuse da siti ufficiali di enti pubblici o da AUSL.

Per maggiori informazioni visita il sito della regione Emilia Romagna - clicca qui.

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Comunicazione n.1 del 23/02/2020 - ore 21.30
A seguito dell' Ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza di concerto con il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini sul tema "Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019" siamo a comunicare che:
- tutte le scuole di ogni ordine e grado sono chiuse nella settimana dal 24/02 al 01/03
- tutte le strutture comunali che nella settimana dal 24/02 al 01/03 avrebbero ospitato eventi di tipo culturale, aggregativo, sportivo gestite direttamente dal Comune o in collaborazione con enti e associazioni del territorio sono chiuse, pertanto le attività sospese;


- centro giovani "GiòNovi", centro giovani e doposcuola Parrocchiale di Rovereto, centro giovani "L'opposto" di Rovereto, Centro bambini e famiglie di Novi e Rovereto saranno chiusi dal 24/02 al 01/03;
- è prevista la chiusura della biblioteca comunale "V. Lugli" di Novi di Modena e del centro diurno "R.Rossi" di Novi di Modena per la giornata di domani;
- gli uffici comunali resteranno aperti secondo gli orari in vigore.

Il Comune è in continuo contatto con la Regione Emilia Romagna in merito alla pubblicazione di altre eventuali notizie, relative all'evolversi della situazione.
Domani a Marzaglia si svolgerà un incontro sull'emergenza in essere con i sindaci dei comuni e delle autorità preposte.
A seguito di tale incontro le nuove informazioni saranno pubblicate.

Si prega di far riferimento solo a notizie diffuse da siti ufficiali di enti pubblici e di rispettare gli accorgimenti e  le norme igieniche indicate dal Ministero della Salute:

  • Lavarsi spesso le mani, a tal proposito si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, supermercati, farmacie, e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.
  • Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
  • Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani
  • Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce
  • Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico
  • Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
  • Usare la mascherina solo si sospetta di essere malato o si assiste persone malate
  • I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
  • Contattare il Numero Verde regionale 800462340 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni
  • Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus

 

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto